MALVASIA I vini che dal mare arrivavano a Venezia – 2020

Questo libro pensato e scritto da noi osti della Malvasia all’Adriatico Mar narra il rapporto stretto, costante e mutevole nelle sue declinazioni temporali che esiste tra la città di Venezia, la sua laguna, il mare Adriatico ed il vino. Ne nasce una storia che percorre i secoli e i mari; una storia che è figlia di battaglie per accaparrarsi mercati e ricchezze, ma che dona una splendida civiltà del fare, del vendere e del consumare e godere il vino, un flusso che scorre parallelo allo sviluppo della città lagunare., alla scia delle sue navi

Sorto dalla collaborazione con il Centro Internazionale di Grafica di Venezia e con l’associazione Amor del libro, all’ interno della collana Il gusto e la Storia, questo libro è frutto della ricerca fatta nella costruzione e definizione dell’Adriatico Mar come locale di vini e come testimone di adriatica geografia antropologica ed identitaria attraverso l’individuazione dei suoi confini culturali, la selezione e declinazione dei vini e dei prodotti ivi proposti e di conseguenza la categorizzazione del locale stesso: una Malvasia.

A Venezia erano chiamate Malvasie i locali in cui, tra il XIII ed il XVIII secolo, si mescevano i vini che giungevano via mare dal Levante, dalle isole greche del Mare Egeo come del Mar Ionio, dalla frastagliata costa della Dalmazia come dai morbidi declivi dell’Istria. Vini dal mare. Vini del mare. Vini navigati. Navigata, come li si chiamava allora.

Questa libro non vuol essere che una storia di storie, raccontate ed ascoltate al banco, lette nei libri, ricercate nei luoghi e nei sapori: storie, come questi vini, figlie del viaggio.